5 per 1000: crollano donazioni a Ong, male Msf ed Emergency

Condividi!

Il 5 per mille cresce ancora nel 2017, ultimo dato disponibile, arrivando a oltre 495 milioni di euro e avvicinandosi così alla copertura prevista di 500 milioni. Crescono anche le firme, sono oltre 10 milioni le scelte espresse dai contribuenti nella dichiarazione dei redditi 2017 sull’anno d’imposta 2016.

VERIFICA LA NOTIZIA

Quasi un tracollo. Emergency perde 23.000 firme attestandosi a quota 356.672, Medici senza Frontiere quasi 17.000 fermandosi a 260.706 firme.

Calo ancora più significativo se teniamo conto della crescita complessiva del 5 per mille. L’avere sposato il traghettamento di clandestini, soprattutto Msf, ha pesato. E il dato è ancora parziale. Quello più realistico si avrà con le donazioni del 2018.

La classifica generale invece vede consolidarsi la posizione dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) che occupa anche per il 2017 il primo posto sia tra gli enti impegnati nel settore della ricerca sanitaria sia tra quelli che operano in quello della ricerca scientifica. Per il primo ambito, sono oltre 388mila le scelte espresse con un importo totale che supera i 17,8 milioni di euro. Per quanto riguarda, invece, la ricerca scientifica i contribuenti che hanno espresso la preferenza per l’Airc superano i 980mila, con oltre 38,7 milioni di euro di beneficio.

E’ comunque ridicolo che ci sia chi preferisce dare il 5 per mille agli scafisti invece che a chi fa ricerca contro il cancro. Veri e propri sadomasochisti.




Un pensiero su “5 per 1000: crollano donazioni a Ong, male Msf ed Emergency”

Lascia un commento