Mimmo Lucano rinviato a giudizio: sarà processato per immigrazione clandestina

Condividi!

I reati contestati agli imputati vanno dall’associazione a delinquere alla truffa con danno patrimoniale per lo Stato per oltre 350.000 euro, abuso d’ufficio,peculato,concussione e frode.

VERIFICA LA NOTIZIA
Il gup di Locri, Amelia Monteleone, ha disposto il rinvio a giudizio del sindaco di Riace, Mimmo o’curtu Lucano, accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di abuso d’ufficio.

Quindi il trafficante umanitario di clandestini del PD va a processo.

Il dibattimento inizierà il prossimo 11 giugno. A processo anche gli altri 26 indagati coinvolti nell’inchiesta “Xenia”, che si è concentrata sulla gestione dei sedicenti profughi coi quali Mimmo e il PD volevano ripopolare il paesino calabrese a spese dei contribuenti, e diventato simbolo del business dell’accoglienza.

Giorni fa:

Riace, Cassazione conferma accuse a Lucano: “Gravi indizi su immigrazione clandestina”

Ma, al di là se sia colpevole o meno. Colpevole davanti al popolo lo è già:

Caro Lucano, volere ripopolare la tua terra con immigrati è già un crimine in sé




Un pensiero su “Mimmo Lucano rinviato a giudizio: sarà processato per immigrazione clandestina”

Lascia un commento