Record di “imprenditori” nigeriani a Castel Volturno

Condividi!

I media esaltano la cosiddetta ‘imprenditoria degli immigrati’. Ovviamente, si tratta della solita disinformazione.

A riprova di ciò, oltre alla devastazione dei cinesi che stanno distruggendo il tessuto produttivo italiano ovunque si stanzino, anche i dati sulle città con più di questi ‘imprenditori’:

Imprese gestite da stranieri in Italia. Due Comuni casertani nei primi posti https://bit.ly/2UzLDqt

Posted by Caserta c'è – quotidiano on line on Friday, April 5, 2019

Non per nulla, 470mila (l’80% circa) sono micro-imprese individuali. In pratica sono dipendenti camuffati da partite IVA. E poi:

Leggendo i dati è possibile inoltre risalire ad una ‘classifica’ che vede due comuni della provincia di Caserta in “top 5”: quelli con il maggior numero di imprese individuali di stranieri sul totale. Se la graduatoria per peso percentuale pone sul podio più alto Casandrino (in provincia di Napoli), con il 58,3% di imprese straniere sul totale delle imprese individuali del territorio, a seguire troviamo Castel Volturno con il 54,7% e Sesto Fiorentino (Firenze) dove si sfiora il rapporto uno a due (49,7%). Subito fuori dal podio troviamo inveceSan Nicola la Strada, con il 43,5%, Montemurlo (Prato) e Pioltello (Milano), ambedue con il 41,8%.

Un dato ancora più particolare arriva dai due comuni casertani, dove la forte concentrazione di imprese straniere si accompagna alla prevalenza di una specifica nazionalità di nascita degli “imprenditori”. A San Nicola la Strada infatti l’81,6% dei titolari di impresa di immigrati viene dal Senegal, mentre a Castel Volturno ha origini nigeriane il 54,1% degli imprenditori nati fuori dai confini italiani.

Come faremmo senza gli ‘imprenditori’ nigeriani di Castel Volturno o senza i senegalesi?

Il dramma è che i media cosiddetti ‘seri’, diffondono queste cifre senza ironia. Come se fossero dati normali.




Lascia un commento