Sgozzare un bianco non è razzismo, fischiare un nero sì

Condividi!

Razzismo mediatico: si dà più importanza ad un evento marginale rispetto all’uccisione di un ragazzo.

Un africano ha sgozzato un ragazzo italiano, rivendicando di averlo fatto perché a caccia di un bianco.

Ma oggi, i media di distrazione di massa, a parte accusare i cittadini di Torre Maura di razzismo, si occupano di Kean, Bonucci e i tifosi del Cagliari:

Non è razzismo sgozzare un giovane italiano perché bianco. Lo è fischiare un ragazzino.

Non ci interessa analizzare la questione Kean, perché è talmente stupida, rispetto all’enormità di quanto accaduto a Torino, da non meritare perdite di tempo.

Quello che ci interessa mettere in evidenza è che hanno sgozzato un ragazzo italiano perché bianco, e tutti i media se ne fregano. Poi fischiano un ragazzino nero, e ‘no to racism’: andate a fare in culo. Voi e la vostra morale a gettone.




Un pensiero su “Sgozzare un bianco non è razzismo, fischiare un nero sì”

Lascia un commento