“Bimbo di 8 anni violentato da immigrato”, linciato a Salerno

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La violenza, poi la corsa in ospedale. E’ accaduto a Nocera Superiore, Salerno.

Lo stupro si sarebbe consumato nel pomeriggio di domenica nella frazione Pecorari: brutale, nei confronti di un bambino di otto anni.

La segnalazione è scattata quando il piccolo è stato portato in ospedale, al Pronto soccorso dell’Umberto I, intorno alle 19 di ieri. La madre ha denunciato agli infermieri del triage che suo figlio era stato violentato. L’affermazione ha travolto il personale sanitario, che si è immediatamente messo all’opera per prestare i primi soccorsi al bambino e cercare di ascoltarlo. Il piccolo era in stato di shock, frastornato: sconvolto da quanto gli era accaduto.

I familiari che hanno accompagnato il bimbo in viale San Francesco non si davano pace per quanto sarebbe accaduto. Alcune persone presenti in sala d’attesa hanno raccontato di un forte nervosismo misto a disperazione.

Nel frattempo a Nocera Superiore si scatenava la caccia all’immigrato. Con un tentativo di linciaggio nei confronti dell’immigrato 25enne responsabile della violenza.

L’identità dell’uomo non è stata ufficializzata, pare si tratti di un giovane originario dell’Est Europa che già in passato avrebbe manifestato quelli che vengono definiti “problemi di adattamento”. Sarebbe anche passato dai servizi sociali del Comune di Nocera Superiore.

Sul caso, al momento, indagano i carabinieri della stazione di Nocera Superiore, ma sulla violenza non sarebbero emerse ancora prove decisive.
Intanto, però, gli inquirenti cercano le persone che avrebbero aggredito lo straniero, accusato di aver molestato il piccolo.




2 pensieri su ““Bimbo di 8 anni violentato da immigrato”, linciato a Salerno”

Lascia un commento