La signora Pozzi adotta un profugo, scritte di protesta nel quartiere

Condividi!

Due scritte sono comparse sui muri antistanti l’abitazione di una famiglia di Melegnano che ha ‘adottato’ un senegalese.

“Le due scritte sono state impresse a spray sul muro dell’androne di casa nostra, nel cortile interno. Le parole che abbiamo letto sono ‘Italiani=m.’ e ‘Pagate per questi negri di m.’, spiega Angela Bedoni, madre del giovane Bakary, 21 anni, arrivato in Italia a bordo di un barcone e poi adottato dalla famiglia Pozzi.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Non ci sono dubbi sul fatto che quelle scritte fossero rivolte a noi – aggiunge Angela Bedoni – perché accanto alla seconda frase è stata impressa una freccia che indicava esattamente la nostra abitazione. “Ora vorrei solo guardare negli occhi chi ha scritto queste cose. Li invito a parlarmi. Mio padre, dopo essere stato partigiano, fondò gli Scout qui nel sud di Milano. Ci insegnò valori ben lontani da gesti simili”.

Sinceramente non capiamo perché ‘razzismo’ contro l’africano e non contro gli italiani, viste le scritte. Comunque non sapevamo che ora le chiamassero ‘adozioni’.




Un pensiero su “La signora Pozzi adotta un profugo, scritte di protesta nel quartiere”

Lascia un commento