Padova, troppi immigrati: 800 famiglie assumono guardie private

Condividi!

IL sindaco Pd pensa ai ‘migranti’ della SeaWatch, i suoi cittadini sono costretti a pagarsi la vigilanza privata:

VERIFICA LA NOTIZIA

Una scelta che potrebbe quasi definirsi “storica”. Perché i numeri degli aderenti sono a dir poco importanti: oltre 2mila persone hanno deciso di rivolgersi a una società di sicurezza privata per pattugliare un’intera zona di Padova.

Vale a dire – come riporta “Il Gazzettino” – circa 800 famiglie, tutte residenti tra piazza De Gasperi e piazzale Stazione, che hanno deciso di versare 10 euro al mese (con euro in più aggiuntivo per sorvegliare eventualmente anche l’auto in sosta) per un servizio di vigilanza privata che pattuglierà giorno e notte l’intera zona, comprendendo quindi anche viale Codalunga, corso del Popolo e le vie Bixio, Cairoli, Tommaseo e Trieste.

Un’iniziativa a cui hanno aderito anche alcuni proprietari di negozi e un hotel, esasperati dall’escalation di spaccio e furti. Dal primo febbraio, dunque, le guardie giurate vigileranno sulla zona dalle prime ore del mattino alle due di notte.

Questa è la società senza muri alle frontiere: tutti rinchiusi in casa con le guardie private. Fortini come nel Medio Evo: perché quando la civilizzazione crolla, e le frontiere scompaiono, le popolazioni si muovono liberamente, e arrivano i ponti levatoi.




3 pensieri su “Padova, troppi immigrati: 800 famiglie assumono guardie private”

Lascia un commento