L’ong tedesca ci vuole scaricare i clandestini: ​”Rischio malattie a bordo”

Condividi!

Le due ong tedesche hanno brindato al nuovo anno in alto mare. Una, totalmente inadeguata, con bandiera tedesca, in acque maltesi:

Entrambe lontane da Lampedusa, dopo l’avviso italiano di tenersi fuori dalle nostre acque territoriali.

L’equipaggio della Sea Watch3, in mare da 10 giorni con a bordo 32 clandestini prelevati in Libia, lancia un bizzarro allarme sulle condizioni di salute del carico.

“La nostra nave non è attrezzata per ospitare le persone per un lungo periodo”, ha dichiarato il team medico in un video pubblicato su Twitter. “La Sea Watch è progettata per il soccorso medico e per la prima assistenza, non per ospitare le persone a bordo per un periodo così lungo. Al momento i migranti stanno bene ma i rischi aumentano, dalle possibilità di contrarre malattie alla carenza di approvvigionamenti”, si lamentano.

Per anni hanno fatto la spola dalla Libia all’Italia, non importava essere attrezzati. Ma ora la pacchia è finita.

Riportateli in Libia. E poi a casa. Cos’ fareste se il vostro obiettivo fosse salvare vite; invece voi preferite tenerli giorni e giorni in alto mare, perché il vostro obiettivo è riaprire la rotto libica per conto degli scafisti.




3 pensieri su “L’ong tedesca ci vuole scaricare i clandestini: ​”Rischio malattie a bordo””

Lascia un commento