Le strappa i vestiti e la pesta perché non si lascia stuprare

Condividi!

È stata aggredita e pestata a sangue quando ha osato ribellarsi allo stupro in un parcheggio. La donna è finita in ospedale, dopo la brutale aggressione in pieno centro, a Grosseto.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’immigrato, un egiziano di 20 anni, l’ha aggredita mentre stava salendo le scale del parcheggio degli Arcieri, le ha strappato i vestiti e ha tentato di violentarla alle 6.45 di giovedì 1 novembre ma la donna, che ha 52 anni, è riuscita a difendersi mettendolo in fuga.

Un collega della donna ha inseguito l’immigrato e poi è entrato in un hotel dove ha telefonato ai carabinieri: «Erano le 7, l’uomo era concitato, forse non aveva il telefono con sé e ci ha detto di fare noi una telefonata. Ha detto che la donna aveva il volto tumefatto», raccontano le dipendenti dell’hotel.

I militari sono poi intervenuti arrestando la belva straniera. «Quando l’uomo è ripassato ha incrociato le braccia facendo il gesto delle manette e ha alzato il pollice facendo capire che l’arresto era andato a buon fine».




Un pensiero su “Le strappa i vestiti e la pesta perché non si lascia stuprare”

Lascia un commento