Ancora violenza a Mezzanone: profugo contro militari, voleva 50 €

Condividi!

Ancora violenza a Borgo Mezzanone

Un profugo ha fatto irruzione nel Cara – Centro richiedenti asilo politico – di Borgo Mezzanone, alla periferia di Foggia, ed ha minacciato con violenza il direttore della struttura: esigeva 50 euro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per questo motivo i carabinieri hanno tratto in arresto Kelvin Iwekub, di 26 anni, nigeriano con l’accusa di tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale. Visto che l’immigrato, una volta individuato, anziché fermarsi si è scagliato contro i militari.

Proprio davanti al Cara di Borgo Mezzanone (foto in alto), dove è stata eretta una baraccopoli – cosa aspettiamo a raderla al suolo ministro? – nei giorni scorsi due poliziotti sono stati aggrediti da una cinquanita di immigrati che volevano impedire l’arresto di un profugo. Ora espulso.




Un pensiero su “Ancora violenza a Mezzanone: profugo contro militari, voleva 50 €”

Lascia un commento