Magistrati avvisati: “Toccate Salvini e vi veniamo a prendere a casa”

Condividi!

“Messaggio da parte della Lega Abruzzo: se toccate il Capitano vi veniamo a prendere sotto casa…occhio!”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Parole su Facebook del deputato e segretario della Lega in Abruzzo, Giuseppe Bellachioma. Condividendo un messaggio di Matteo Salvini sulla famigerata indagine contro ignoti per la vicenda della nave Diciotti.

La lobby dei magistrati protesta. L’Associazione Nazionale Magistrati: “Si tratta di una azione di una inaudita gravità che rappresenta un inaccettabile tentativo di interferire nella attività dei magistrati impegnati nella delicata vicenda. È un fatto senza precedenti, tenuto conto della provenienza da un parlamentare, da chi dovrebbe rispettare l’attività che svolgono tutte le Istituzioni, tra esse la magistratura. L’ANM respinge ogni tentativo di interferenza e di intimidazione, assicurando che tutti i magistrati svolgono e continueranno a svolgere i propri compiti rispondendo esclusivamente alla legge, per cui ogni tentativo di condizionamento sarà vano”.

Quindi, se loro minacciano un ministro, non interferiscono, se invece un eletto dal popolo li ‘avvisa’, interferisce. E’ il meraviglioso mondo della magistratura rossa.

Non hanno capito. Non hanno compreso il consenso di cui gode Salvini: è enorme. Se davvero lo toccate, perché fa quello che gli elettori gli hanno chiesto, non servirà che un deputato chiami in causa qualcuno: sarà il popolo a venirvi a prendere. E non è una minaccia, è una previsione.

Perché oggi, il potere dell’oligarchia contro il popolo, non è al governo: è nella burocrazia e nelle magistrature. E il popolo lo ha compreso.




Lascia un commento