Gita a Venezia, 14enne violentata da immigrati: salvata da compagno

Condividi!

L’hanno afferrata e trascinata in un sottoportico buio. Uno faceva da palo, l’altro ha tentato di stuprarla. E la violenza stava per consumarsi se non fosse stato per l’intervento di un compagno di scuola.

Il ragazzo è intervenuto ed è riuscito a liberarla dalle grinfie dei due stupratori, poi fuggiti. La vittima ha 14 anni. Adolescenti anche gli aguzzini. Uno dei due sicuramente immigrato, l’altro è incerto.

La gita a Venezia per un’alunna di 3. media di una scuola dell’Alto Adige rimarrà per sempre macchiata dall’abuso subìto. Quando la polizia è arrivata- allertata da una prof – la ragazzina era ancora in fortissimo stato di choc. Traumatizzata. E lo erano anche le amiche con cui si trovava al momento dell’aggressione.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’episodio mercoledì alla Giudecca. Secondo una prima ricostruzione, la ragazzina si sarebbe intrattenuta a parlare con due ragazzi che aveva conosciuto qualche ora prima.

Ma loro avevano altre idee, e all’improvviso uno dei due ha strattonato per un braccio la 14enne trascinandola in un luogo appartato, tentando un approccio violento, cercando di toccarla nelle parti intime. La giovane ha urlato e la sua richiesta d’ aiuto è stata raccolta da un compagno di classe che è intervenuto facendo fuggire gli aggressori. I professori, informati dell’accaduto, hanno chiamato il 113.




Lascia un commento