Traini, ferito chiede risarcimento monstre di 1 milione di euro

Condividi!

Mentre il processo alle bestie nigeriane che hanno scannato Pamela come un agnellino è ancora in alto mare, i magistrati procedono spediti contro Luca Traini. E i feriti battono cassa. Ad esempio, una delle persone rimaste ferite per errore a una spalla, chiederà un risarcimento monstre.

VERIFICA LA NOTIZIA

Tal Jennifer, 25enne ‘nigeriana’, che si trovava nel luogo di ritrovo degli spacciatori e delle prostitute nigeriane dove Traini colpì, chiederà un risarcimento di quasi un milione di euro: per la precisione 750mila euro a Traini, che siederà al banco degli imputati a partire dal 9 maggio. Anche il Comune si costituirà probabilmente parte civile. Le accuse sono: strage aggravata dall’odio razziale, sei tentati omicidi, porto abusivo d’arma e altri reati tra cui il danneggiamento.

Sicuramente la sua condanna sarà più pesante di quella di Oseghale e soci. Se mai verranno condannati.

Traini, nei giorni scorsi ringraziato dalla mamma di Pamela per i fiori inviati al funerale, non si è mai pentito del gesto di vendetta, si era solo detto dispiaciuto per aver colpito una donna per errore.




Lascia un commento