Bergamo: a scuola il Presepe è islamico e multiculturale – FOTO



Condividi!

Per il giornale locale di sinistra è una “scelta di rispetto di tutte le religioni”

Di questi tempi, tre anni fa, all’istituto comprensivo “De Amicis” della Celadina, Bergamo, Matteo Salvini si presentava con una capannina in legno tra le mani: per protesta contro il divieto dell’allora dirigente scolastico Luciano Mastrorocco di realizzare il presepe all’interno della scuola.

Quest’anno hanno fatto, se possibile, ancora peggio. A distanza di 36 mesi, infatti, la scuola primaria “Savio” di Boccaleone, plesso che fa capo all’istituto comprensivo, da martedì 12 dicembre ha piazzato nell’atrio della scuola una “casa delle religioni”. Con al posto del Presepe una sorta di ‘presepe’ per ogni religione, come scrive il giornale locale di sinistra con malcelata eccitazione. Spicca, ovviamente, quello islamico con relativa moschea.

VERIFICA LA NOTIZIA

Oltre all’installazione nell’atrio della scuola, è stato realizzato anche un calendario interculturale che riporta le principali festività delle religioni e che riassume perfettamente lo spirito di tutta l’iniziativa: dis-integrazione della nostra società attraverso la diversificiazione e la successiva relativizzazione delle nostre tradizioni.

Per far capire che ormai siamo una tra le tanta ‘minoranze’. E’ la relativizzazione della nostra tradizione che diventa una delle tante.

Se si vuole studiare le religioni, benissimo, è un argomento storico interessante. Ma creare ‘presepi’ islamici e induisti è blasfemo. E stupido.



Lascia un commento