Si possono arrestare immigrati con documenti falsi, Cassazione sconfessa magistrato

Vox
Condividi!

La Cassazione una volta tanto ha emesso una sentenza normale: ha stabilito che gli immigrati sorpresi in possesso di documenti falsi vanno arrestati in ogni caso, anche se non sono indiziati di terrorismo.

Vox

Sarebbe una cosa normale, ma non lo era per un magistrato milanese, un gip, che aveva ritenuto ingiustificato l’arresto di un 24enne cingalese fermato a inizio anno all’aeroporto milanese di Linate in possesso di documenti falsi.

Secondo questo bizzarro personaggio, infatti, l’arresto non era “giustificato dalla gravità del fatto e dalla personalità dell’avvocato, non essendovi alcuna motivazione a tal proposito nel verbale di arresto e dovendosi inoltre tenere conto del fatto che l’indagato era incensurato”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo la Cassazione, invece, quell’arresto era giustificato poiché con le norme antiterrorismo introdotte nel 2015 dopo gli attentati a Parigi è stata varata l’obbligatorietà dell’arresto per chi fabbrichi o venga trovato in possesso di documenti falsi. La semplice denuncia a piede libero, dunque, non è più sufficiente.