Affitta casa a 20 profughi, affarista aggredita dalla folla furiosa

Condividi!

Un’affarista di 59 anni che ha deciso di fare affari con il lucroso business dell’accoglienza, affittando una delle proprie case ad una cooperativa che utilizzerà lo stabile per accogliere 20 giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria, è stata aggredita dalla folla dei suoi ex concittadini.

E’ successo a San Michele Tiorre, piccolo paese della collina parmense. L’episodio risale a martedì sera e la donna, dopo avere avvisato di quanto successo la Prefettura, ha sporto denuncia presso i Carabinieri. Lei che importa immigrati presenta denuncia contro chi difende il proprio territorio.

Ad affrontarla una cinquantina di persone, residenti del paese, ed alcuni di loro sarebbero stati identificati dalla donna che nella denuncia ne avrebbe indicato nomi e cognomi.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Quanto è avvenuto è grave ed inaccettabile – commentano oggi in una nota i parlamentari del Pd parmensi Giorgio Pagliari, Giuseppe Romanini e Patrizia Maestri. Alla signora e a tutta la comunità, scossa da quanto avvenuto, va la nostra vicinanza e solidarietà”.

Beh, la comunità è scossa dall’arrivo dei vostri amichetti, vista la reazione.




Lascia un commento