Modello PD in Toscana: è record di Profughi e Meningite, casuale

“Su 277 comuni toscani solo 41 comuni non accolgono, per di più centri piccolissimi oppure sulle isole. Sì, possiamo dire che se le altre Regioni si comportassero come la Toscana il problema sarebbe gestibile molto più facilmente”, dice l’assessoresso Gelli, parlando del sistema dell’accoglienza diffusa promosso dalla Toscana, portato avanti in contemporanea con l’altrettanto diffusa epidemia di Meningite. Sono successi da non sottovalutare, checché ne dica il borioso Borioni.

VERIFICA LA NOTIZIA
maggiori difficoltà siano per l’Italia siano emerse dopo il 2015.

Vaccini utili, ma l’epidemia di Morbillo dipende da altro – MAPPE

“Prima l’Italia era un Paese di transito, pochi si fermavano qui. La situazione è cambiata da quando i Paesi europei ai nostri confini settentrionali hanno chiuso le frontiere”, sottolinea Gelli

Presto vi faranno le tendopoli sotto la finestra. Perché non sono semplici politici, sono dei criminali politici. Sono i nuovi nazisti: i primi volevano, secondo la vulgata, il dominio dell’uomo ariano e la scomparsa delle altre razze, i loro eredi pervertiti vogliono la scomparsa dei popoli annullati in una poltiglia mulatta. E chi vota PD è un collaborazionista.

Dopo anni di propaganda su un sistema presentato come il migliore del mondo, la sinistra si sveglia e si accorge che ‘il modello toscano’ è al collasso. Oggi il Presidente parlamentare d’inchiesta sui migranti Federico Gelli ha ipotizzato l’apertura di un centro di rimpatrio per immigrati.

Commenta il consigliere di FdI Donzelli: “Da sempre chiediamo di bloccare l’immigrazione e stringere le maglie in Toscana con regole certe e chiare, anche realizzando un centro di rimpatrio: se il Partito democratico al governo in Toscana avesse preso prima i necessari provvedimenti, adesso non ci troveremmo nella grave situazione in cui siamo. Il sistema di accoglienza diffusa è una ‘fake news’ diffusa dal Pd che oggi pensa di risolvere tutto con la scoperta dell’acqua calda.

Questi geni discutono di cosa fare dopo che il fiume è già straripato, ma non si sono accorti che nelle ultime settimane in Toscana molti immigrati sono stati espulsi dai centri perché pescati a delinquere o semplicemente non hanno rispettato le regole. La loro richiesta d’asilo dovrebbe decadere automaticamente e l’espulsione dall’Italia dovrebbe essere automatica ed immediata, così come quella di coloro per cui la richiesta d’asilo è già stata respinta.

Addossare la colpa solo sulla burocrazia è fumo negli occhi: chi non rispetta le nostre leggi deve essere espulso immediatamente dal territorio italiano; evidentemente è un principio troppo semplice e lineare per essere adottato dal Pd”.