Cavour contro Ius Soli: “Si è Italiani per Stirpe, Religione e Memorie”



Grazie, amici di Voxnews, per avere ricordato il pensiero delle grandi figure del Risorgimento sulla cittadinanza (Mazzini, Gioberti, Cavour, Manzoni, De Sanctis)
Molto bello e ancora attuale il passo di Stanislao Mancini che avete citato, dove la patria è paragonata ad una grande famiglia con legami di sangue.
Lo ius soli è la morte della Patria, la negazione della nostra Identità e un insulto alla memoria di chi ha lottato per la libertà e l’indipendenza dell’Italia.
Come avete già sottolineato voi…
Cavour parla inequivocabilmente di STIRPE... (così come Gioberti parlava di Stirpe e Sangue)… e anche di RELIGIONE (Cristiana)
Questo come promemoria per gli islamofili (tra i più accaniti sostenitori dello IUS SOLI) e per coloro che negano le Radici Cristiane dell’Italia.
(Ovviamente con “radici cristiane” non mi riferisco alla melassa globalista post-marxista bergogliana).
Al confronto di quel Senato di Patrioti e galantuomini il “senato” abusivo di oggi è una grottesca parodia.
Sembra che la storia sia destinata a ripetersi come farsa.
Fatta eccezione per pochi giusti che stanno cercando di impedire questo scempio (mi riferisco ai senatori leghisti, forse un po’rozzi nei modi ma lodevoli nelle intenzioni e genuinamente preoccupati per le sorti del popolo italiano) è costituito quasi interamente da personaggi moralmente indegni di occupare quegli scranni:
nullità nominate in listini bloccati, faccendieri, meretrici politiche (in particolare i voltagabbana alfaniani) e “sepolcri imbiancati”.
Primo tra tutti il senatore a vita ed ex presidente Napolitano, massimo artefice del tradimento della Patria
Nel 2011, anno in cui ricorreva il centocinquantesimo anno dell’Unità di Italia, ha svenduto la nostra sovranità consegnandoci alla finanza internazionale.
Ha insediato il primo esecutivo non eletto (Monti) a cui sono seguiti altri tre governi sempre più rapaci, sempre più asserviti al moloch della UE a trazione Merkeliana e sempre più solerti nel perseguire folli politiche di accoglienza indiscriminata (= auto-invasione e sostituzione etnica).
Io credo fermamente che oggi Cavour e Mazzini sarebbero i primi a guidare la protesta dei cittadini e a chiedere l’immediato scioglimento di un parlamento abusivo, nemico della patria e asservito allo Straniero.
Mario L.


Lascia un commento