Tribunale riesame: «Kosovari arrestati organici a Isis»

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
«È fondato ritenere che siano inseriti in un ben preciso organigramma criminale… avente ad oggetto l’esaltazione del martirio per la causa islamica e l’aspirazione a raggiungere i luoghi di combattimento per conseguire tale obiettivo, nonché la promozione e propaganda del terrorismo di matrice islamica». Lo scrive il Tribunale del riesame nell’ordinanza, depositata ieri, nella quale spiega perché Arjan Babaj, 27 anni, considerato l’ideologo del gruppo, Dake Haziraj, 26 anni, e Fisnik Bekaj, 24 anni, devono restare in carcere. Sono gravi gli indizi di colpevolezza a carico dei tre kosovari accusati di associazione con finalità di terrorismo, arrestati a fine marzo per aver costituito a Venezia una cellula affiliata a Isis. E vi è «un concreto e attuale pericolo di reiterazione criminosa, afferente alla perpetuazione di gravi delitto implicanti l’uso della violenza».

Nonostante questo, il Comune di Venezia permetterà la riapertura della moschea abusiva frequentata da questi terroristi islamici membri di ISIS in un’altra sede. Così potranno continuare nell’opera di proselitismo.




Lascia un commento