Bagnoli, Coop vince bando: gestirà l’hub dei profughi stupratori

Condividi!

La gestione dell’hub di Bagnoli di Sopra, per i prossimi due anni e mezzo, va alla cooperativa sociale Badia Grande di Trapani. Lunedì, la Commissione di gara ha concluso i propri lavori e ha proposto l’aggiudicazione del servizio di accoglienza agli 800 richiedenti protezione internazionale, ospiti dell’ex base militare San Siro, alla onlu$ siciliana. Al bando avevano risposto sei cooperative.

PROFUGO BAGNOLI: NE HA STUPRATA UN’ALTRA, IN ARMADIETTO CENTRO REFURTIVA

La cooperativa di Trapani ha proposto il prezzo di di 23,32 euro al giorno per richiedente asilo assicurando un ribasso del 28,2% rispetto alla somma fissata come base d’asta (32,50 euro al giorno per profugo). La onlus siciliana succede dunque all’amministrazione della cooperativa padovana Ecofficina di Battaglia Terme al centro di indagini della magistratura per precedenti bandi.

DENUNCIA STUPRO DA PROFUGHI, LAVORATRICE LICENZIATA – VIDEO

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Il piatto per la gestione dell’hub dei profughi che stuprano era molto ricco.




Lascia un commento