Media clintoniani: “Putin ha hackerato Hillary”

Condividi!

Le prove raccolte dall’intelligence Usa confermerebbero con un “alto grado di certezza” il coinvolgimento diretto di Vladimir Putin nella campagna per interferire nelle elezioni americane. E’ quanto emerge da un’esclusiva di Nbc News che cita alcune fonti dei servizi segreti e diplomatiche con accesso diretto al dossier.
Putin in particolare avrebbe personalmente indicato come far trapelare e utilizzare il materiale hackerato ai democratici.

“Una sciocchezza ridicola” che “non può avere nessun fondamento”: così il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha definito la notizia secondo cui – stando a fonti dei servizi segreti e diplomatiche citate da Nbc news – le prove raccolte dall’intelligence Usa confermerebbero con un “alto grado di certezza” il coinvolgimento diretto di Vladimir Putin nella campagna per interferire nelle elezioni americane.

A breve Putin sarà accusato dai media di distrazione di massa americani di essere il mandante dell’omicidio Lincoln.

Ma, anche fosse stato Putin a far trapelare le mail di Clinton, avrebbe fatto un enorme opera di ‘glasnost’, permettendo agli elettori americani di sapere che il braccio destro di HRC, Podesta, partecipava a messe nere (e forse anche a qualcosa di peggio), e che i media americani tra i quali la NBC inviavano a madama Clinton in anticipo le domande che le avrebbero posto durante i dibattiti con Trump.




Lascia un commento