MENINGITE: 7 MESI PER VACCINARE BIMBA ITALIANA, 7 GIORNI PER UN PROFUGO

Condividi!

Sette mesi per far vaccinare la figlia di tre anni contro il menigococco B, vaccino sempre più richiesto contro la Meningite che infuria in tutta Italia, soprattutto nelle zone di accoglienza diffusa.

Oggi Il Resto del Carlino racconta l’odissea di un papà bolognese che un mese fa, quando ha contattato l’Asl per la richiesta, è stato demandato al poliambulatorio Saragozza, dove per due settimane ha trovato il numero di telefono sempre occupato.

meningitemap

Quando si è presentato di persona, gli è stato risposto – denuncia – che non c’è alcuna emergenza. E pochi giorni fa, quando il numero era finalmente libero, l’appuntamento gli è stato fissao per il primo giugno 2017: “Troppo per una vaccinazione a pagamento”. Ogni dose costa infatti quasi novanta euro.

Se non sei immigrato, altrimenti le vaccinazioni te le fanno tutte subito e gratis, a spese nostre:

romagna-profughi-sanita2

La cosa assume contorni tragicomici se pensiamo che la Regione ha approvato una specie di legge che rende obbligatori i vaccini per i bambini che devono frequentare il nido: solo i bambini vaccinati, dice la legge. Sempre che facciano in tempo.




Lascia un commento