ESTREMISTI ISLAMICI A ROMA: “DOMANI PREGHIERA AL COLOSSEO”

Condividi!

Incredibile. Dopo avere fatto cilecca venerdì scorso, stavolta minacciano un venerdì di preghiera in strada domani al Colosseo per protestare contro la chiusura a Roma delle moschee abusive. Così la cosiddetta comunità islamica residente a Roma domani protesterà contro i sigilli a locali usati abusivamente come luoghi di culto. A promuovere al protesta i famigerati bengalesi, che stanno devastando il tessuto sociale della città con i loro scantinati trasformati in negozi grazie a Bersani.

La preghiera si svolgerà nell’area davanti all’Arco di Costantino. Negli ultimi tempi dopo alcuni controlli i vigili hanno chiuso moschee abusive nei quartieri periferici di Centocelle, Tor Pignattara, Tor Vergata.

“Siamo stufi -dicono all’associazione Dhuumcatu che ha organizzato l’evento- della criminalizzazione dei nostri luoghi di culto bollati come abusivi. Non esiste una normativa di riferimento e non possiamo inventarci soluzioni in autonomia dalle amministrazioni. È un dovere costituzionale delle amministrazioni consentire l’esercizio di un diritto come quello al culto. Auspichiamo che l’amministrazione capitolina avvii, come dichiarato, un processo per arrivare a una soluzione e che ci vengano date soluzioni nel breve periodo”.

Non c’è alcun diritto costituzionale alla moschea. Uno, perché la Repubblica non riconosce l’Islam come religione, due perché questi sono bengalesi e non cittadini italiani.




Lascia un commento