Renzo e Lucio: Sindaco gay si sposa

Condividi!

Continua la farsa delle cosiddette Unioni Civili, e assume contorni grotteschi. Tal Sergio Brambilla, primo cittadino di Valgreghentino, piccolo comune del lecchese, sposerà un altro uomo il 30 settembre, una settimana dopo l’unione incivile di Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano (Napoli), primo sindaco gay in Italia a unirsi civilmente con un altro uomo grazie alla marchetta Cirinnà.

Nel caso di Brambilla l’officiante sarà il collega Giovanni Battista, primo cittadino di Olgiate Molgora, suo comune di residenza. Brambilla, è tra i cofondatori dell’associazione Lgtbjlkhkjh(+) dal nome demenziale ‘Renzo e Lucio’, dice: “Chiaramente è un passo avanti anche se un po’ limitativo, quindi c’è ancora tanto lavoro da fare”. Poligamia, pedofilia e animali. Poi, il lavoro sarà completo.




Lascia un commento