Sbarcano 400 infetti da Scabbia, subito sui bus senza controlli

Condividi!

Secondo fonti, definite “riservate” da Mauro Pili, deputato sardo di Unidos, tra i 667 clandestini sbarcati lunedì mattina a Cagliari ci sono “400 casi di scabbia”, perciò ha presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere chiarimenti al Ministro. Nella notte dello sbarco c’era stata anche la morte di un quindicenne somalo, che era stato ricoverato nel reparto malattie infettive dell’ospedale San Giovanni di Dio: decesso attribuito ad un’infezione polmonare.

Secondo il racconto di Pili, “dopo una prima suddivisione fra chi appariva contagiato dalla scabbia ed i pochi altri rimasti, i presunti profughi, che hanno rifiutato in massa di farsi identificare, sono stati ammassati tutti sugli autobus, malati o sani che fossero, e condotti nelle diverse province dove sono stati accolti in diverse strutture pubbliche (a Cagliari in un hotel a 4 stelle gestito dalla Carita$) da cui la maggior parte si è tuttavia subito allontanata scomparendo nel nulla. Subito un’inchiesta su questa gestione folle e le dimissioni di tutti coloro che hanno reso possibile questo pericolo gravissimo per la salute pubblica”.