VENDOLA SI COMPRA BAMBINO IN CANADA

Condividi!

Con l’oscena e illegale in Italia tecnica dell’utero in affitto (donna che viene sfruttata come un forno a microonde) è nato in Canada il figlio dell’ex governatore della Puglia Vendola e del suo ‘compagno’ Ed Testa. Al piccolo, ‘stranamente’ un maschio, è stato dato il nome di Tobia Antonio. La notizia è stata confermata da ‘persone’ vicine all’ex presidente della Regione Puglia.

Testa, che è il padre biologico del bimbo, è canadese e in quel Paese è possibile comprare bambini sfruttando la ‘tecnica’ dell’utero in affitto.

Quando agli avanzamenti scientifici non corrispondono paralleli avanzamenti intellettivi ed etici, vengono generati mostri. E ora, con la Cirinnà e qualche magistrato compiacente amico di famiglia, il bambino verrà adottato.

Negare ad un bambino la mamma è un crimine contro l’umanità. Vendola è un criminale e andrebbe perseguito per legge. Se sono perseguibili i puttanieri che vanno a violentare ragazzini e ragazzine nel terzo mondo, lo deve essere anche chi va a comprarseli.

Orde di ricchi gay a caccia di giovani ragazzine povere o disadattate pronte a vendere il proprio corpo e il proprio figlio in cambio di soldi: è questo il progresso? No, questo è qualcosa che va oltre la prostituzione: è uno schiavismo moderno.




Lascia un commento