Macedonia: corsa contro il tempo per barriera anti-clandestini

Condividi!

L’esercito macedone e’ impegnato nella costruzione di nuovo tratto della barriera anti-clandestini al confine tra Grecia e ex Repubblica jugoslava di Macedonia (Fyrom). La notizia e’ stata diffusa dall’agenzia di stampa ”Meta.mk” secondo cui i lavori per la costruzione della barriera sono stati intensificati ”a sinistra e a destra” dell’area nota come ”quota 59”, nei pressi del valico di confine di Idomeni.

La costruzione della barriera al confine greco-macedone e’ iniziata alla fine di novembre dello scorso anno. A meta’ dicembre l’esercito di Skopje ha eretto un altro tratto di barriera nei pressi del valico di confine di Medzitlija, vicino Bitola, nel sud ovest della Fyrom. Il rafforzamento del confine greco-macedone e’ una delle opzioni per risolvere l’emergenza immigrazione lungo la rotta balcanica. La proposta e’ stata rilanciata in particolare dal premier sloveno, Miro Cerar: ”La Slovenia e’ aperta alla cooperazione su tutte le proposte per risolvere la crisi dei rifugiati”.

Ma il problema deve essere risolto alla fonte, a Bodrum, in Turchia, laddove i finti profughi – tutti islamici – vengono imbarcati dal Sultano verso la Grecia.




Lascia un commento