Adozioni Gay, magistrati si portano avanti: bimbe date a 2 lesbiche

Condividi!

“Il Tribunale per i minorenni di Roma ha riconosciuto un’altra adozione “in casi particolari” (la stepchild adoption), a favore di due minorenni con due mamme”.
Lo rendono noto le associazioni entropiche dal nome orwelliano ‘Famiglie Arcobaleno’ e ‘Avvocatura per i Diritti LGBTI – Rete Lenford’, che ringraziano le loro avvocate Susanna Lollini e Elisa Battaglia, per avere seguito il procedimento. “Si tratta di una pronuncia importante – afferma Maria Grazia Sangalli, presidente di Rete Lenford – che si limita a riconoscere l’esistenza di una famiglia che già c’è, sulla base di una legge che in Italia si applica da molti anni. Una legge non esistente, inventata da magistrati eversori.

 

Secondo il Tribunale di Roma, detto porto delle nebbie, “è nell’interesse dei due bambini vedersi garantita continuità affettiva e stabilità di rapporti familiari, garantendo inoltre la loro identità personale attraverso l’aggiunta del cognome della mamma sociale a quello della mamma biologica”. Non un tribunale, ma un aborto giuridico, un centro di eversione legale che applica leggi non esistenti.

NewsOn6.com – Tulsa, OK – News, Weather, Video and Sports – KOTV.com |

E’ tempo di agire con una sana violenza culturale.




Un pensiero su “Adozioni Gay, magistrati si portano avanti: bimbe date a 2 lesbiche”

Lascia un commento