Condannato per essersi difeso, e deve risarcire ladro migrante con 325 mila euro

Condividi!

È stato condannato a due anni e otto mesi il tabaccaio di Correzzola (Padova) che nella notte tra il 25 e il 26 aprile 2012 sparò e uccise un ladro che era entrato, sfondandone la vetrina, nella sua tabaccheria. L’uomo, Franco Birolo, era accusato del ‘reato’ di eccesso colposo in legittima difesa.

Disposto inoltre dal tribunale di Padova un risarcimento di 325mila euro nei confronti della madre e della sorella del criminale. A rimanere ucciso quella notte, a Cirè di Corezzola, fu un moldavo di 20 anni, che rimase riverso sul selciato con una ferita mortale al torace, poco lontano da una Fiat Punto, risultata rubata, carica di sigarette. Pazzesco.




Lascia un commento