Islamico bastona la figlioletta a morte

Condividi!

RIAD – Un islamico saudita ha picchiata con un bastone la figlia di sette anni fino ad ucciderla.

Il decesso della piccola Yara risale a poche ore dall’inizio della Festa del Sacrificio e dello Sgozzamento, la massima ricorrenza religiosa per i musulmani.

”I conflitti tra me e il mio ex marito ci avevano portato alla separazione – racconta la madre della vittima al quotidiano Al Watan – Yara stava con me e mi sono occupata di lei fino a quando aveva sette anni. Il padre non voleva che vivesse con me e tre mesi fa è andata a vivere con lui a Riad, in base a quello che prevede la legge. Lei non voleva stare con lui ed era molto triste”.

La madre ha raccontato che il suo ex marito ”ha iniziato a picchiarla solo perché lei gli ha detto che non lo amava. Era furioso e l’ha chiusa a chiave in una stanza. Lei ha iniziato a piangere in modo incontrollato. Quando lui si è accorto che non stava bene l’ha portata in ospedale, ma lei è morta nel tragitto”. Il padre ha più volte giustificato le percosse con la volontà di ”educare” la figlia. Un test eseguito sull’uomo hanno escluso che fosse sotto l’effetto di droghe.




Lascia un commento