Chi diffonde Tbc bovina lo arrestano

Condividi!

GIOIA DEI MARSI. Denunciato dalla Forestale un allevatore di Gioia dei Marsi per aver deliberatamente liberato 27 bovini con sospetto di tubercolosi. Il bestiame era in quarantena dopo che un capo era stato abbattuto perché affetto da Tbc. L’uomo, A.F., non ha aspettato il responso definitivo delle analisi, ha reintrodotto gli animali nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ed è stato così denunciato per diffusione di malattie infettive e per non aver rispettato l’ordinanza sindacale, rischiando da uno a cinque anni.

Giusto. Peccato però, che chi invece libera sul territorio nazionale migliaia di uomini portatori di Tubercolosi, non venga invece denunciato per ‘diffusione di malattie infettive’. Li fanno ministri.




Lascia un commento