LIVORNO: SMANTELLARE IL CAMPO NOMADI DI VIA DELLE SORGENTI

Condividi!

Ancora tre giovani nomadi, fermate  ma poi rilasciate ( grazie alle nostre leggi permissive..) a Livorno in via Grande dopo che avevano rubato in una nota profumeria del centro. Le tre nomadi fermate dalle forze dell’ ordine, sono residenti nel campo nomadi di via delle Sorgenti a Livorno, che costituisce ormai, un serio motivo di perturbamento per l’ ordine e la sicurezza pubblica in citta’. Non e’ la prima volta che questi nomadi, riconducibili ad un noto clan slavo che domina quel campo, vengono sorpresi dopo aver compiuto dei furti. E la situazione igienica di quel campo e’ veramente indecorosa con discariche abusive di ogni tipo che spaziano nei territori dei comuni di Livorno e Collesalvetti. Ci chiediamo ma perche’ l’ amministrazione comunale di Livorno tollera una situazione di completa illegalita’ del genere, dove soggetti pluripregiudicati risiedono e pianificano i colpi da mettere a segno in citta’ e nel comune di Collesalvetti? Perche’ si consente a questi soggetti, di creare vere e proprie discariche abusive di metalli tossici, gomme in mezzo alle colline livornesi, in pieno degrado ambientale? Ma chi devo controllare? Dov’ la famosa pattuglia anti degrado che il sindaco di Livorno aveva promesso, molto tempo fa? Dove sono gli agenti della polizia provinciale? Perche’ non si controlla via delle Sorgenti, Pian di Rota, le colline livornesi, che alla luce dei recenti arresti di magrebini pusher , sta diventando un’ enclave del crimine organizzato della peggior immigrazione possibile.
E rispondendo all’ appello dei vertici dell’ Arma dei Carabinieri, Invitiamo i cittadini che percorrono via delle Sorgenti, le colline, i sentieri , per sport, ciclismo, caccia pesca ed altro, ad AVVISARE prontamente le forze dell’ ordine allo scopo di individuare ed arrestare eventuali spacciatori ed altri loschi tipi che si aggirano nella zona.
OSSERVATORE TOSCANO


Fonte: Il Monitore Toscano




Lascia un commento