Ambasciata: ora gli Indiani vogliono anche l’aumento!

Condividi!

Otto dipendenti dell’ambasciata italiana a New Delhi hanno citato in giudizio il governo italiano davanti all’Alta Corte di New Delhi per discriminazione.
I dipendenti sostengono di ricevere retribuzioni da quattro a otto volte inferiori rispetto a quelle degli italiani reclutati in India che svolgono le loro stesse mansioni. La questione era stata sollevata due anni fa all’ambasciata che si sarebbe impegnata a correggere la sperequazione, salvo poi fare marcia indietro adducendo “problemi di bilancio.
La debolezza non paga. A proposito: perché non chiuderla l’ambasciata in India, vista la sua totale inutilità, tranne quella di regalare visti agli Indiani per venire in Italia?




Lascia un commento