FERMO: RITRATTO DI DON EURO, L’AMICHETTO DEI POTENTI

Condividi!

Il PN ha un ottimo ritratto di Don Euro, al secolo Vinicio Albanesi:

Ma come si spiega questo protagonismo del sacerdote? Chi è esattamente don Vinicio Albanesi? Insieme ad un altro prete “idolatrato” a sinistra, quel don Luigi Ciotti fondatore di Libera e strenuo difensore dei migranti, è il fondatore del coordinamento delle Comunità di Accoglienza. E’ stato direttore della Caritas Diocesana e nel 2015 gli è stata conferita l’onorificenza di Commendadore della Repubblica Italiana. Ha il profilo progressista del “prete di frontiera” e un anno fa su Rai Uno è stato il commentatore della trasmissione A sua immagine – Le ragioni della speranza in cui si raccontava il “Vangelo delle periferie” con le riprese effettuate proprio nelle varie Comunità di Capodarco di tutta Italia. Ha scritto vari libri, alcuni con prefazione dell’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, dove ha esortato Papa Francesco ad essere ancora più “riformatore”. Nel 2001 ha fondato l’agenzia stampa “Redattore Sociale”, alla quale come si legge nel sito ufficiale di Don Vinicio Albanesi sono abbonati Rai, Tg5 e Repubblica, fatto che fornisce una spiegazione ulteriore rispetto alle dinamiche mediatiche dell’omicidio di Fermo. Tra legami con il governo, per la gestione dell’accoglienza e non solo, e con il mondo delle associazioni e dell’informazione, si capisce il peso specifico di don Vinicio Albanesi, del perché ad esempio al funerale di Emmanuel che si celebrerà oggi pomeriggio prenderanno parte il ministro Boschi e la presidente della Camera Boldrini. Un sacerdote influente e di “sinistra”, pronto a difendere fino in fondo le ragioni di un suo protetto che ha incontrato un tragico destino, al confronto con il quale, il “rozzo allevatore di tori” Amedeo Mancini, appare solo come un povero diseredato senza amici potenti.

In sostanza, oltre ad una lucrosa accoglienza, gestisce una sorta di Ansa ancor più demenziale di Ansa che spaccia notizie, a pagamento, ai media di distrazione di massa. Ecco spiegate le false notizie diffuse in questi giorni a tambur battente dai pennivendoli.

Il presidente della Camera, Laura Boldrini,  a Fermo in occasione dei funerali del nigeriano Emmanuel Chidi Namdi nella Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo, Italia, Domenica Luglio 10, 2016. (ANSA/chiodi cristiano)
Il presidente abusivo della Camera, Laura Boldrini, a Fermo in occasione dei funerali del clandestino nigeriano Emmanuel Chidi Namdi nella Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo, Italia, Domenica Luglio 10, 2016. 

Ci sono anche altre voci, rumors locali, sulla strana relazione tra Don Euro e i ‘profughi’. Ma sono voci, quindi non pubblicabili.

L’omicidio di Fermo e don Vinicio, prete fazioso e bugiardo (ma molto influente)




Lascia un commento