Si allarga scandalo omopedofilo a Londra: altro deputato nella ‘rete occulta’



Improvvisamente, continuano ad aprirsi squarci sul sistema degli stupri rituali di bambini in GB avvenuti negli ultimi decenni. Una resa dei conti tra fazioni?

L’ultima in ordine di tempo riguarda uno dei più stretti confidenti di Margaret Thatcher. L’uomo avrebbe violentato,  30 anni fa,  un bambino, ma sfuggì, come il resto della ‘rete’, alla giustizia, perché Scotland Yard coprì il crimine.

Sir Peter Morrison un brutto giorno prese  il 14enne a Londra e abusò sessualmente di lui in un palazzo utilizzato dalla ormai famigerata ‘rete’ di omo-pedofili di Westminster. E questo è solo uno dei casi.

Ex ministro conservatore, Morrison è stato scoperto essere un pedofilo seriale nel 1998, tre anni dopo la sua morte per attacco di cuore. Ma il deputato di Chester non è mai stato accusato di alcun crimine durante la sua vita.

Eppure, dopo la denuncia ed essere stato esaminato dai medici, la famiglia non ha sentito più nulla per mesi.

Era un giorno d’estate nel 1982 in un pittoresco villaggio al confine del Sussex. Il ragazzimo era vicino alla porta di casa, e credeva di essere al sicuro.

Ma non lo era. Secondo il suo racconto agghiacciante, un uomo ben vestito, Sir Peter Morrison , predatore sessuale e deputato conservatore, apparve dal nulla.

Disse al ragazzino che la sua macchina si era rotta su una collina vicina, e gli offrì soldi per essere aiutato. Dopo che furono arrivati ​​alla macchina, Morrison gli sarebbe piaciuto venire alla sua “bella e grande casa di Londra per il fine settimana”.

“Ho detto che non potevo andare, così ha chiesto il mio numero di telefono, che gli ho dato”.

“Indossava un abito gessato ed era molto ben vestito, quindi non pensavo ci fosse qualcosa di sbagliato. Suppongo. Sono rimasto molto colpito, in un certo senso. ”

Nelle settimane che seguirono, Morrison fece ripetute telefonate a casa sua. Ripetendo l’invito.

“Ho detto no due o tre volte, ma alla fine ho detto di sì, perché ho pensato che non avevo niente da temere”, ha detto l’uomo.

Il fine settimana successivo,  Morrison scese a Sussex con un autista per prenderlo , presentandosi anche alla famiglia.

Il padre: “Ho permesso a mio figlio di andare con lui. C’era fiducia in quei tempi.”

Il piccolo villaggio di Harting nel West Sussex, dove la vittima ha incontrato Peter Morrison

Ma non appena la vettura partì, il figlio afferma che Morrison ha iniziato sessualmente ad aggredirlo sul sedile posteriore, nonostante suppliche di fermarsi.

“In poco tempo, ha avuto i miei pantaloni tirati giù. A un certo punto ci siamo fermati per la benzina, e ho pensato di scappare dalla macchina, ma le porte erano bloccate. Ero così spaventato. ”

Quando l’auto è arrivata a Londra, Morrison ha portato il ragazzino al famigerato guesthouse Elm di Barnes, dove la rete di vip omopedofili aveva il proprio ‘tempio’ nel quale i ragazzini maschi sono stati abusati per anni.

“Sono stato aggredito e violentato per un bel po ‘di tempo, almeno un’ora”, ha ricordato. “E ‘stata l’esperienza più terribile della mia vita.”


Peter Morrison alla conferenza 1986 del partito conservatore a Bornemouth

Terrorizzato, il ragazzino è riuscito a scappare nella notte e tornare a casa a Harting in treno, dove ha detto a suo padre quello che era successo.

Un poliziotto locale è andato a casa sua quella sera, e il ragazzo è stato preso da un medico della polizia a Bognor Regis il giorno successivo. Il padre si ricorda che i medici gli hanno detto lì, dopo l’esame che suo figlio aveva “certamente subito abusi sessuali”.

Il giorno dopo, due investigatori di Scotland Yard sono arrivati ​​a casa e hanno preso una dichiarazione completa di quattro pagine, in cui la vittima disse loro tutto quello che sapeva sull’uomo che credeva essere ‘Peter l’avvocato’.

Subito dopo la presunta aggressione, la vittima sostiene di aver ricevuto telefonate a casa da alcuni uomini da Londra.

Il famigerato Elm Guest House di Barnes, a Londra

Poi, le chiamate improvvisamente hanno smesso di arrivare, la famiglia non ha saputo nulla delle indagini per mesi.

Quasi un anno dopo,  due ufficiali di Scotland Yard sono arrivati ​​senza preavviso alle porte della famiglia, portando i vestiti del ragazzo in un sacchetto.

Il padre ha detto: “Mi hanno detto che il responsabile era stato condannato da un tribunale di Chelsea e che era stato mandato in prigione per due anni, e non c’era più nulla di cui preoccuparsi.

“Hanno detto che mio figlio non aveva avuto bisogno di andare in tribunale perché era minorenne. Io credevo che fosse strano che mio figlio non fosse stato chiamato a testimoniare.

“Per essere onesti, ho pensato che era la fine di questo incubo e che avremmo potuto iniziare a dimenticare tutta la faccenda.”

E ‘stato solo un certo numero di anni dopo che la presunta vittima riconobbe Morrison come deputato nel governo Thatcher.

Spaventato che non sarebbe stato creduto, dice ha sopportato più di tre decenni di tormenti, mentre cercava di ricostruire la sua vita.

C’è una rete ampia, potente e oscura che utilizza i bambini per strani riti. Si riuniscono in ville e palazzi. Forteto, caso Dutroux e la Guesthouse di Londra sono soltanto scogli che affiorano di profondità ben più oscure.

E stanno vincendo. Perché molte pratiche allora tenute nascoste, avvengono oggi alla luce del sole: i media di distrazione di massa le hanno sdoganate. Prima avevano bisogno di rapire bambini, oggi li adottano.

Non è strano, visto che quelli che stupravano – e continuano a stuprare ancora oggi – sono anche quelli che fanno le leggi. Omofobia.



Lascia un commento