Frate massacrato da immigrati, il Vescovo: “Ora basta, ci stanno islamizzando”



Un frate, Padre Gregorio, è stato brutalmente aggredito da islamici in Francia, ad Avignone. Ormai la persecuzione islamica dei cristiani è arrivata nel cuore d’Europa. L’arcivescovo della città e Marion Le Pen – nipote – denunciano il razzismo anti-bianchi e anticristiano degli islamici.
Dalla parrocchia di Saint Ruf ad Avignone racconta: “Ero in abiti religiosi, sapevano perfettamente chi sono e mi hanno preso a calci e pugni. Non hanno rispetto”.

L’arcivescovo Cattenoz accusa: “Adesso basta, come responsabile di questa diocesi dico che bisogna finirla! Questo quartiere cade progressivamente nelle mani dei musulmani”.

Padre Gregorio con l’arcivescovo Cattenoz
Padre Gregorio con l’arcivescovo Cattenoz

I parrocchiani sono minacciati e derubati anche all’interno della chiesa e noi monaci veniamo insultati, minacciati e derisi. Per non parlare dei furti e delle richieste di pagare il pizzo”.

Jacques Bonpard, sindaco di Orange e capo della Ligue du Sud parla di “un atto di razzismo contro i cattolici che è la conseguenza dell’odio propagato da certi islamisti conto tutto quello che è francese”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Marion Le Pen : “ Dopo l’apparizione del razzismo anti-bianchi, negato dal governo, ecco una nuova forma di discriminazione: l’odio anticristiano. Mi piacerebbe che il ministro dell’interno condanasse i razzisti anti-cristiani con lo stesso vigore e sdegno con cui attacca i cosiddetti isalmofobi.
Questi sono atti di disprezzo verso la Francia fatti da giovani immigrati, ormai francesi, che rifiutano le nostre norme sociali e s’identificano nell’islam fondamentalista”.

Questi sono i futuri – speriamo di no – “nuovi italiani” della congolese e del governo Pd-Pdl-Monti-Vendola.



Lascia un commento