🚨SBARCANO 500 INVASORI, COSTE ITALIANE STUPRATE DA MUSULMANI E SCAFISTI DI STATO

Vox
Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sessantotto clandestini che si trovavano a bordo di una barca a vela sono stati presi in carico dalla cosidetta Guardia di Finanza a qualche miglio di distanza dalla costa di Le Castella di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone.

Si tratta di musulmani partiti dalla Turchia, che sono arrivati a ridosso dalle coste crotonesi senza essere intercettati.

Solo successivamente, quando sono stati avvistati da Le Castella, un mezzo navale della Guardia di finanza di stanza a Crotone è intervenuto per trainare l’imbarcazione nel porto della città. Scafisti di Stato.

A bordo solo dieci donne. Le operazioni di sbarco, coordinate dalla Prefettura di Crotone, si sono svolte sotto la supervisione dell’Ufficio immigrazione della Questura.

Vox

Gli scrocconi sono stati quindi condotti dai mezzi della Croce rossa italiana nel famigerato centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto, noto per essere stato gestito dalla ‘ndrangheta in sinergia con la Chiesa.

Ed è arrivata nel porto di Salerno la famigerata “Ocean Viking”, la nave della Ong che nei giorni scorsi ha prelevato 400 clandestini in acque maltesi. A bordo solo 29 donne.

Sulla banchina del molo 3 gennaio c’erano anche il prefetto di Salerno, Francesco Russo ed il questore Giancarlo Conticchio, oltre ai rappresentanti dell’amministrazione comunale e ai volontari della protezione civile. Tutta una banda di parassiti di Stato ai quali paghiamo lo stipendio perché distruggano la nostra società.

Salerno presenta una macchina del business dell’accoglienza ben rodata, soprattutto in considerazione delle decine di sbarchi ospitati negli scorsi anni.

Lo sbarco dei migranti è stato oggetto ieri degli attacchi politici di Fratelli d’Italia e Lega, che parlano di “decisione scellerata”.