Pisa, islamici minacciano Lega: “Dateci la moschea o conseguenze”

Condividi!

Sempre più minacciosi. Sempre più violenti. I musulmani esigono le moschee.

VERIFICA LA NOTIZIA

A Pisa, dove un referendum prima e le elezioni comunali poi, con il trionfo della Lega, hanno sancito la contrarietà dei cittadini al progetto della grande moschea voluto da PD e islamici, questi ultimi ora minacciano: esigono la moschea
con annessa madrassa in stile talebano promessa dalla sinistra.

«Il Comune ha ricevuto la nostra diffida e siamo pronti a chiedere un risarcimento danni pari a dieci milioni di euro». Mohammad Khalil, responsabile della cosiddetta comunità islamica che ha commissionato la realizzazione della moschea a Porta a Lucca, mostra il documento con cui la loro diffida è stata ricevuta e protocollata il 23 ottobre. Secondo il Comune invece sono arrivati solo dei solleciti il 9 e il 18 ottobre.

«E faccio presente che abbiamo già fatto progetti ed acquistato materiali di grande valore, come travi di legno trentino lunghe 20 metri e piastrelle di grande pregio. Quindi, se non avremo ciò che già ci spetta di diritto, siamo pronti a fare causa al Comune per un valore molto alto ed in base alle nuove normative pagheranno gli stessi consiglieri di tasca propria».

Queste sono minacce. Sarebbe gravissimo sottostare alle pretese di una minoranza di stranieri che vuole islamizzare il territorio. I cittadini di Pisa potrebbero decidere che la democrazia non conta, e agire di conseguenza.




Lascia un commento