Frode e abuso: a processo sindaco e vicesindaco PD

Condividi!

Il pubblico ministero, Davide Ercolani, chiude l’inchiesta sull’ampliamento del padiglione fieristico di Morciano con la richiesta di rinvio a giudizio per 13 persone: il sindaco Claudio Battazza (già noto alle cronache perché nel 2011 il figliò spacciava davanti al circolo PD), il vice sindaco,Stefano Dradi, l’assessore Ivan Tagliaferri, Oliviero Pazzaglini, responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, a cui si aggiungono consiglieri comunali, progettista, direttore tecnico e dei lavori, e legale rappresentante dell’impianto.

Per gli amministratori, l’accusa è quella di abuso d’ufficio, e oggetto del contendere sono quei 700 e passa mila euro che sono finiti a carico del Comune in corso d’opera. Gli altri tre sono accusati di frode nelle contribuzioni.




Lascia un commento