Premier Slovacco: “Non permetterò immigrazione islamica e moschee”

Condividi!

robertfico

 

“Dato che la Slovacchia è un paese cristiano, non possiamo tollerare un afflusso di 300 – 400.000 immigrati musulmani che vorrebbero iniziare a costruire moschee in tutto il territorio e cercando di cambiare la natura, cultura e i valori dello Stato “, ha spiegato Fico.

Il primo ministro ha sottolineato che alcuni paesi del mondo stanno passando leggi speciali in materia di lotta contro il terrorismo islamico che danno più margine di manovra alla polizia. Ma, ha detto, “il mondo migliore di affrontare la minaccia, sarebbe avere regole differenti per ‘alcuni gruppi’ quando si tratta di privacy, telefoni o conti bancari“.
Quando si tratta di lotta contro il terrorismo islamico, i paesi dovrebbero passare leggi che consentono alla polizia di fare la sorveglianza sulle persone che sono considerate una potenziale minaccia per il paese“. Inutile reprimere la libertà dei cittadini colpendo nel mucchio, si reprima solo quella di un piccolo gruppo a rischio che ci minaccia: gli islamici. E’ un’opzione di una logica cristallina. Ed è più efficiente.

EU Muslim Population

La maggior parte delle persone in questi gruppi sono nati all’estero, ma ci potrebbero essere anche persone che sono cittadini del nostro paese, che agiscono in un modo che aumenta il sospetto che in futuro potrebbero fare qualcosa di dannoso per il paese, come abbiamo visto in Europa occidentale, e dobbiamo essere preparati“.

Fico è d’accordo con Miroslav Lajčák, il ministro degli Esteri slovacco, che “il progetto di multiculturalismo ha fallito“-




Lascia un commento