Scandalo carne scaduta dalla Cina: coinvolta Mc Donald’s

Condividi!

RIFORNIVA FAST-FOOD A LIVELLO GLOBALE CON CARNE SCADUTA DA UN ANNO

Ennesimo scandalo alimentare dalla Cina. E anche le catene di fast food all’estero rifornite con carne dalla Cina, sono nella bufera.

Per cinque giorni, vari ristoranti Mc Donald’s in diversi Paesi, sono stati colpiti dalle rivelazioni che hamburger, pepite di pollo e altri prodotti di provenienza cinese erano stati prodotti con carne andata a male. Da un anno.

La carne proveniva da una unità cinese di OSI Group Inc., un fornitore di molte catene di fast-food nel mondo con sede ad Aurora, Illinois e che, da brava multinazionale, ha la sua fabbrichetta senza controlli in Cina. L’unità, Shanghai Husi Food Co, è stata obiettivo di un reportage televisivo, il 20 luglio, che ha mostrato come i lavoratori riconfezionino carne vecchia e andata a male, cambiando le date di scadenza prima di spedire i prodotti ai rivenditori.

Questo scandalo è grave perché coinvolge una società di proprietà straniera che rifornisce a livello globale. Quindi suggerisce che in Cina, i problemi nella produzione alimentare sono ancora più profondi di quanto si pensasse.

“Io non credo che ci sia cibo in Cina che è sicuro”, ha detto Yang Xue, 30 anni, un impiegato di Shanghai”.

E se questo succede da Mc Donald’s, figuriamoci cosa succede nei ristoranti cinesi.




Lascia un commento