AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Pisapia ha deciso dove saranno costruite le moschee

Vox
Condividi!

Milano – Il comune di Milano ha ultimato una ricognizione delle aree di proprietà di Palazzo Marino che saranno concesse agli immigrati islamici per costruire moschee. Si trattava di una priorità assoluta per il sindaco Pisapia.  Sono state individuate otto aree ma dopo ulteriori approfondimenti ne resteranno quattro o cinque.

In base alle prime informazioni si tratta di tre terreni sui quali costruire nuovi fabbricati e un edificio da ristrutturare. Uno dei terreni dovrebbe trovarsi in zona Certosa mentre lo stabile da ristrutturare sarebbe nell’area di via Padova. Nell’elenco non sarà inserita l’area del Palasharp, dove si voleva costruire una grande moschea.

Vox

Le aree saranno messe a bando per la costruzione di nuovi luoghi di culto da parte delle associazioni iscritte all’albo delle religioni pubblicato dal Comune nel 2013. Ad approfittarne saranno soprattutto gli islamici che da tempo sognano di costruire anche a Milano queste strutture note per il loro “grande contributo alla pace nel mondo”.

Il primo agosto si conosceranno indirizzi e dettagli delle aree per le quali si potrà presentare il progetto. In base a quanto risulta non ci saranno costi diretti per il Comune, ma i cittadini verranno comunque privati di aree di proprietà pubblica che potevano essere utilizzate per migliorare la loro qualità di vita.  Pisapia, invece, preferisce regalarle agli immigrati islamici, perché lui è per l’integrazione, che tradotto vuol dire islamizzazione del territorio.

Dopo aver individuato con esattezza le aree, il Comune dovrà elaborare il bando in base al quale le associazioni potranno presentare i progetti. In Italia non sono mai stati elaborati bandi di questo genere, solo Pisapia poteva riuscire nell’impresa.




Un pensiero su “Pisapia ha deciso dove saranno costruite le moschee”

  1. La solita sinistra, tanto laica quando si tratta del Cristianesimo, ma molto meno laica quando si tratta di quella pseudoreligione chiamata islam (il minuscolo e` puramente intenzionale). Non mi sembra tanto strana questa cosa, dato che stiamo parlando di sinistra e islam, che hanno in comune il fatto di essere dottrine fondate sul paganesimo.

    Ma la colpa non e` solo della sinistra, anzi, le colpe di questa progressiva islamizzazione dell’Italia e dell’Europa vanno attribuite per la maggiore a questo Vaticano post-concilio che ci ritroviamo,

I commenti sono chiusi.