Putin furioso: “Usa mentono, sono disonesti, i ‘ribelli’ sono legati ad AlQaida”

Condividi!

Le cose non sono esattamente in fase di disgelo tra l’amministrazione Obama e Vladimir Putin, proprio mentre il presidente Obama arriva a San Pietroburgo per il vertice del G-20.

Putin ha definito il segretario di Stato di Obama John Kerry bugiardo, parlando della testimonianza di Kerry questa settimana davanti al Congresso americano.

Riferendosi in particolare alla domanda se al Qaeda influenza i ribelli siriani, un problema che Kerry ha incredibilmente minimizzato.

Parlando al suo Consiglio per i diritti umani, Putin ha detto: “Questo è stato molto sgradevole e sorprendente per me, parliamo con loro (gli americani) e supponiamo che siano persone oneste, ma lui sta mentendo e sa che sta mentendo.. questo è triste. ”

Putin si stava chiaramente riferendo, alla testimonianza davanti alla Commissione Esteri del Senato, quando Kerry ha negato che l’opposizione siriana era diventata più infiltrata da Al Qaeda.

“Kerry ha risposto che quella era una visione ‘fondamentalmente scorretta’ e che l’opposizione è ‘diventata sempre più definita dalla sua moderazione.’ …

“Nella testimonianza, Kerry ha detto che lui non era d’accordo con il fatto che ‘la maggioranza (dei ribelli) sono di al-Qaeda ed estremisti.’ Gli estremisti, secondo lui, sono solo il 15 o il 25 per cento dell’opposizione, ha detto, tra cui al-Nusra e molti altri gruppi che stanno ‘combattendo tra di loro, anche adesso.’ ”

Alla domanda sui commenti di Putin, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Ben Rhodes ha detto: “Beh, noi certamente saremo a fianco del segretario Kerry”. E di Al-Qaida.




Lascia un commento