Aquarius, Valencia: “Qui non c’è posto”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
A Valencia, dicono i volontari, non c’è posto nel centro di accoglienza cittadino: “Abbiamo fatto i conti proprio questa mattina. Al massimo ne possiamo accogliere otto”. Ne resterebbero altri 621 da collocare.

La struttura che dovrebbe accoglierli, un ostello per studenti trasformato in centro accoglienza, è infatti già pieno.

E visto che la nave dovrebbe attraccare nella notte tra venerdì e sabato, dopo che i 629 clandestini verranno trasportati nella base dove Alinghi preparava la sua Coppa America di vela nel 2007, si dovrà trovare un posto dove ospitarli. Non l’Africa, a quanto pare.

Tanto che nel piano del governo spagnolo c’è l’intenzione di requisire hotel proprio per ospitare gli africani. E’ un vizio della sinistra requisire ai locali per dare ai fancazzisti.

Intanto, l’Acquarius, scortata dalla nave militare Dattilo perché non si faccia venire strane idee in testa, prosegue il suo viaggio. Verso le 21 e 30 si trovava poco oltre punta occidentale della Sicilia. Fate con calma, più tardi arrivate e più tardi tornate a traghettare: con la speranza che non torniate proprio. Vicescafisti.




Lascia un commento