GENOVA: PAURA INQUINAMENTO, COMUNE SMENTISCE PETROLIO IN MARE

Condividi!

Il cedimento della diga creata sul torrente Polcevera, a Genova, per contenere il greggio fuoriuscito dall’oleodotto Iplom, “non ha determinato una maggiore fuoriuscita di greggio in mare”. Lo assicurano la Capitaneria di porto e il sindaco Marco Doria. Vi fidate?

Intanto, per fronteggiare l’allarme, il ministero dell’Ambiente ha disposto, con calma, l’invio di due imbarcazioni della flotta Castalia dotate di attrezzature anti inquinamento.

Una diga di contenimento sul torrente Polcevera, creata per contenere il greggio fuoriuscito da una tubatura dell’oleodotto Iplom domenica scorsa, ha ceduto a causa dell’innalzamento del livello del corso d’acqua dovuto alle piogge. “Speriamo che reggano le panne oceaniche”, ha detto l’assessore comunale alla Protezione civile Gianni Crivello. Un altro argine è stato aperto dai tecnici per evitare che il livello d’acqua nel torrente si innalzasse ulteriormente. Ora il rischio è che altro greggio possa arrivare in mare.




Lascia un commento