Profughi circondano auto operatrice: “Dacci lo stipendio”

Condividi!

Circondano l’auto di un’operatrice per avere il pocket money, l’ormai noto ‘stipendio da profugo’. E’ quanto accaduto la mattina del 22 aprile nella struttura di accoglienza alle porte di Piacenza, situata sulla strada che porta a Cortemaggiore.

Sei giovani fancazzisti africani, provenienti da Togo, Ghana, Costa d’Avorio e Sierra Leone, ospiti del centro, hanno minacciato un’operatrice, mentre si trovava a bordo della propria auto, circondando il suo veicolo per mezzora, di fatto sequestrandola, tanto che la è stata costretta a chiedere l’intervento del 113.

VERIFICA LA NOTIZIA
All’origine dell’episodio il “pocket money”, ovvero il bonus giornaliero per gli stravizi (oltre vitto, alloggio, schede telefoniche, trasporti, medico e altro) che viene consegnato direttamente agli ospiti dei centri di accoglienza. Tutti e sei gli stranieri sono stati accompagnati in questura e denunciati per violenza privata.

Poi sono tornati in hotel.




Lascia un commento