Baggio rapinato e ferito in casa durante Spagna-Italia: italiani prigionieri in casa propria

Vox
Condividi!

# Gli Italiani Prigionieri in Casa Propria: L’Aggressione a Roberto Baggio

L’Italia è stata scossa da un evento che ha messo in luce una realtà inquietante: gli italiani si sentono prigionieri nelle proprie case. Questa sensazione è stata acuita dall’apertura delle frontiere, che ha portato con sé un aumento della criminalità e della violenza.

Un esempio emblematico di questa situazione è l’aggressione subita da Roberto Baggio, ex calciatore italiano di fama mondiale, e dalla sua famiglia. Durante la partita Spagna-Italia, mentre si trovavano tutti in casa, sono stati vittime di una rapina. Cinque uomini armati sono entrati nella loro abitazione, sequestrando e malmenando la famiglia per 40 minuti.

Baggio, noto come il “Divin Codino”, è rimasto seriamente ferito durante una colluttazione con i rapinatori. Nonostante l’esperienza traumatica, ha voluto ringraziare tutti per il grande affetto ricevuto, dimostrando una forza d’animo ammirevole.

Vox

L’irruzione, il colpo con la pistola, il sequestro: tutto ciò che è successo nella villa di Baggio ha evidenziato la vulnerabilità che molti italiani sentono nelle proprie case. I malviventi sembrano aver studiato a fondo la casa e le abitudini della famiglia, oltre al funzionamento dei sistemi di sicurezza.

“L’aggressione fulminea, in piena luce, non ha consentito l’accensione di tutti i migliori sistemi di sicurezza di cui la villa è dotata”, ha riferito Vittorio Petrone, manager di Baggio. Questo episodio ha spinto la famiglia a potenziare ulteriormente i sistemi di rilevazione diurna in tutto il perimetro della loro proprietà. Insomma: prigionieri in casa propria perché le frontiere sono aperte e il Veneto, come e più del resto d’Italia, è invaso da orde di immigrati regolari e non.

Quanto è accaduto a Roberto Baggio e alla sua famiglia non è un caso isolato. Molti italiani hanno vissuto esperienze simili, rendendosi conto delle ferite che un episodio di violenza e sopraffazione può lasciare quando subito nella propria casa, assieme alla propria famiglia.

Questi eventi mettono in luce la necessità di affrontare il problema della sicurezza domestica in Italia, soprattutto in un contesto di apertura delle frontiere. È fondamentale che ogni cittadino si senta al sicuro nella propria casa, liberi da paure e preoccupazioni.

(1) Tutti a casa? L’8 settembre dei prigionieri militari italiani – Treccani. https://www.treccani.it/magazine/atlante/cultura/Tutti_casa_8_settembre.html.
(2) Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit – Internati Militari Italiani. https://www.ns-zwangsarbeit.de/it/internati-militari-italiani/.
(3) La storia mai narrata di quei prigionieri tornati dalla Guerra ed …. https://www.gazzettadimodena.it/tempo-libero/2020/03/10/news/la-storia-mai-narrata-di-quei-prigionieri-tornati-dalla-guerra-ed-emarginati-in-italia-1.38577217.