Scuole italiane: Dante sostituito dalle canzoni islamiche di Ghali

Vox
Condividi!

In Italia il Califfatto ha i suoi primi vagiti nelle scuole dove si celebra il ramadan e la sostituzione etnica con le canzoni dell’invasore Ghali. Dove si censura Dante.

Se quando sono il 40 per cento in una scuola riescono ad imporre il ramadan a tutti gli altri, pensate a cosa vi farebbero non appena fossero il 40 per cento a livello nazionale: donne velate, alcol vietato e ronde della sharia a vigilare.

In una scuola elementare ‘italiana’, dove i bambini sono la maggioranza (e le bambine indossano il velo islamico), si esalta la sostituzione etnica con una canzone di Ghali, lo stesso di “Tu sogni l’America io l’Italia, la NUOVA ITALIA”. Lo stesso delle nenie islamiche a Sanremo.

A Treviso, invece, si cancella Dante perché turberebbe gli studenti musulmani.

Abrogare i ricongiungimenti familiari e azzerare l’immigrazione islamica. E tornare allo ius sanguinis integrale.

Chi non lo fa è complice di Hamas e dell’invasione islamica.