Benvenuti in Italia: 82% sussidi vanno agli stranieri

Vox
Condividi!

Il problema è nazionale. Se non abroghiamo i ricongiungimenti familiari tutti i sussidi finiranno sempre di più a loro. E’ una immigrazione di ripopolamento. E quando provi a fermare lo scempio interviene la Consulta del Pd.

VERIFICA LA NOTIZIA

# L’82% delle misure di sostegno al reddito agli stranieri: Sardone inchioda il Pd a Milano

**Silvia Sardone**, esponente politico noto per le sue posizioni decise, ha recentemente presentato una nuova denuncia che riguarda la città di Milano. Secondo quanto riferito da Sardone, nel 2022, su **5.644 domande ammesse** per le misure di sostegno al reddito, ben **4.683 sono state erogate a nuclei familiari stranieri**. Questo dato, che rappresenta l’82% del totale, ha suscitato non poche polemiche e ha portato Sardone a puntare il dito contro il Partito Democratico a Milano.

Gli stranieri residenti nel capoluogo lombardo rappresentano circa il **20% dell’intera popolazione** ma riescono a ottenere la maggior parte delle agevolazioni, come dimostra anche l’ultima interrogazione all’assessorato al Welfare e Salute. “Nel 2022, su 5.644 domande ammesse per le 4 diverse misure di sostegno al reddito dedicate alle famiglie in difficoltà con minori, anziani o disabili, ben 4.683 sono state finanziate per stranieri”, ha dichiarato Sardone in una nota. Si tratta di una percentuale superiore all’80% del totale per una popolazione che, invece, è numericamente rappresentativo di circa un quinto dell’intera popolazione.

Vox

“Anche per la misura del bonus affitti, pensato per le giovani coppie con un figlio appena nato, a ricevere i maggiori aiuti sono gli stranieri: il 53%, nel 2023, per un totale di oltre un milione di euro erogati”, prosegue Sardone nella sua nota. “La sinistra grida ogni due per tre al razzismo gettando fango sulla Lega e poi scopriamo che i veri razzisti sono loro. Come è possibile infatti che la stragrande maggioranza degli aiuti finisce sempre agli stranieri seppur siano il 20% della popolazione milanese?”, conclude il consigliere leghista a Palazzo Marino.

Il problema si presenta anche quando ci sono le assegnazioni degli alloggi comunali che, spesso, vedono le famiglie straniere ottenere le case e quelle italiane no. Sempre nel 2022 emerse che sempre nel territorio di Milano, ben 26 alloggi popolari su 31 erano stati assegnati a soggetti stranieri. E non fu nemmeno un caso isolato, perché nel 2019 accadde lo stesso, con 15 case assegnate agli stranieri e 4 agli italiani.

Numeri incontrovertibili, che forniscono un quadro chiaro su quelle che sono le procedure ormai standardizzate. Una domanda destinata a restare lettera morta, nonostante siano tanti i contribuenti che desiderano una risposta, ormai da anni.

(Fonte web: da aggiungere)