Migranti padroni: “Possiamo cacciarvi dall’Italia”

Vox
Condividi!

A proposito di questa notizia:

Migranti islamici: “Se non vi piace l’islam andatevene voi”

E’ l’immigrazione, non il terrorismo, il cavallo di Troia che ha penetrato l’Occidente e trasformato l’Europa in ciò che chiamo Eurabia. È l’immigrazione, non il terrorismo, l’arma su cui contano per conquistarci, annientarci, distruggerci.

Ecco cosa pensano gli immigrati tunisini, connazionali di Ghali, che stanno invadendo l’Italia e che le ong continuano a scaricare nei nostri porti col permesso della Meloni.

“Se a te non sta bene l’Italia vattene in un altro paese, viaaaa! Vattene! Noi stranieri ti possiamo cacciare via dal tuo paese!”.

Vox

E lo stanno facendo col jihad migratorio. Basta guardare quartieri che erano italiani fino ad appena dieci anni e che oggi non lo sono più. Scuole. Case popolari.

Come disse Fallaci: il nemico lo abbiamo qui, in casa nostra. E non ha nessuna intenzione di dialogare.

Nel terrorismo islamico non vedo l’arma principale della guerra che i figli di Allah ci hanno dichiarato. Nel terrorismo islamico vedo soltanto un aspetto, un volto di quella guerra. Il più visibile, sì. Il più sanguinoso e il più barbaro, ovvio. Eppure, paradossalmente, non il più pernicioso. Non il più catastrofico.

Il più pernicioso e il più catastrofico è a parer mio quello religioso. Cioè quello dal quale tutti gli altri aspetti, tutti gli altri volti, derivano. Per incominciare, il volto dell’immigrazione.

Cari amici: è l’immigrazione, non il terrorismo, il cavallo di Troia che ha penetrato l’Occidente e trasformato l’Europa in ciò che chiamo Eurabia. È l’immigrazione, non il terrorismo, l’arma su cui contano per conquistarci, annientarci, distruggerci.

L’arma per cui da anni grido: «Troia brucia, Troia brucia».